PA Evolution è partner del Huawei Smart City Tour

Dal 23 settembre PA Evolution sarà presente al Huawei Smart City Tour per presentare le sue soluzioni per la Pubblica Amministrazione a favore di città sempre più sicure, intelligenti ed interconnesse.

A partire dal 23 settembre PA Evolution sarà presente al Huawei Smart City Tour, il tour itinerante organizzato da Huawei dove presenterà, nelle città più innovative d’Italia, le sue soluzioni per la Pubblica Amministrazione a favore di città sempre più sicure, intelligenti ed interconnesse.

Il tour si snoderà in 7 città italiane con il seguente calendario 

  • Milano – 23 settembre
  • Torino – 25 settembre
  • Genova – 1° ottobre
  • Roma – 3 ottobre
  • Bari – 8 ottobre
  • Matera – 10 ottobre
  • Cagliari – 15 ottobre

Per partecipare ad una o più tappe e scoprire le soluzioni tecnologiche realizzate da PA Evolution, è possibile registrarsi a questo link .

Lo Smart City Tour intende proseguire il programma di iniziative dedicate a Leonardo da Vinci, nell’anniversario dei 500 anni dalla sua scomparsa.

Huawei celebra ancora una volta il genio che, coniugando architettura e ingegneria, ha saputo anticipare le infrastrutture e le strategie di pianificazione urbanistica delle future Smart City. Huawei condivide la naturale spinta all’innovazione di Leonardo, una chiave fondamentale per lo sviluppo tecnologico e il progresso dell’uomo, e intende continuare a contribuire con le proprie conoscenze e competenze al percorso di trasformazione digitale dell’Italia e delle sue città.

PA Evolution a Jesi per presentare il Portale integrato SUAP-SUE

Il 3 ottobre a Jesi PA Evolution presenterà il progetto realizzato del Portale integrato SUAP-SUE e Virtual Smart Conference per il Comune di Jesi

In un mondo sempre più smart e in rapido cambiamento, anche le Pubbliche Amministrazioni locali hanno bisogno di tenere il passo dell’evoluzione migliorando il lavoro dei propri dipendenti e la vita dei cittadini.

Il 3 ottobre, presso l’Hotel Federico II a Jesi, PA Evolution presenterà il progetto del Portale integrato SUAP-SUE che abbiamo realizzato per il Comune di Jesi.
Tra le soluzioni ad hoc per le Pubbliche Amministrazioni locali, potrete scoprire la Virtual Smart Conference, il nuovo strumento telematico per la realizzazione delle Conferenze dei Servizi in modalità virtuale.

La partecipazione è gratuita previa registrazione.

 

Agenda

8:45 Registrazione
9:15 Apertura Lavori e Saluto dell’Amministrazione del Comune di Jesi
Dott. Mario Arena PA Evolution – Sindaco Dott. Massimo Bacci Comune di Jesi
9:25 Il Portale Integrato SUAP-SUE del Comune di Jesi (business case)
Dott.ssa M. Sargenti, e Geom. L.Ciccarelli Comune di Jesi
10:00 La nuova disciplina della Conferenza di Servizi ed il superamento dell’inerzia amministrativa
Prof. Stefano Villamena, Professore di Diritto amministrativo presso Università degli Studi di Macerata
11:15 Coffee break
11:30 VCS: cos’è e come può semplificare il lavoro della tua organizzazione
Dr. Fabrizio Corsetti PA Evolution
12:00 Q&A

PA GROUP AL MICROSOFT IGNITE TOUR

Le aziende del Gruppo, PA Evolution, PA Expertise e UP Solutions, saranno presenti al Microsoft Ignite | The Tour, l’evento Microsoft che si terrà i prossimi 31 gennaio e 1° febbraio al MiCo – Milano Congressi.

Le aziende del Gruppo, PA Evolution, PA Expertise e UP Solutions, saranno presenti al Microsoft Ignite | The Tour, l’evento Microsoft che si terrà i prossimi 31 gennaio e 1° febbraio al MiCo – Milano Congressi.

Allo stand 55, condiviso con TransVault, potrete entrare in contatto con i nostri esperti Microsoft che saranno a vostra disposizione per presentarvi le migliori soluzioni IT e accompagnarvi verso la Digital Transformation.

La conferenza tenuta da Microsoft che sta facendo il giro del Mondo e che fa seguito all’evento di Las Vegas alla quale eravamo presenti in qualità di partner, è rivolta a sviluppatori, professionisti IT e a coloro che hanno deciso di intraprendere un percorso professionale in ambito IT.

Il nostro Gruppo si unisce ai più di 350 esperti IT e programmatori di software, che con oltre 100 sessioni di approfondimento e workshop pratici saranno a disposizione per approfondire con gli ospiti le tematiche in ambito Sicurezza Informatica, Ambienti Ibridi IT, High Performance Computing, Microsoft 365, ma anche di tecnologia attuale e futura come Windows 2019, Exchange Server 2019 o SQL 2019.

L’evento è gratuito previa registrazione a questo link

Vi aspettiamo allo stand.

CYBER SECURITY: L’APPROCCIO E LE NUOVE SOLUZIONI HUMAN-CENTRIC DI FORCEPOINT

Si terrà il 20 settembre 2018 presso il Grand Hotel Parco dei Principi in Via G. Frescobaldi 5 a Roma, l’evento Cyber Security: l’approccio e le nuove soluzioni Human-Centric di Forcepoint.

Si terrà il 20 settembre 2018 presso il Grand Hotel Parco dei Principi in Via G. Frescobaldi 5 a Roma, l’evento Cyber Security: l’approccio e le nuove soluzioni Human-Centric di Forcepoint organizzato da PA Group e Forcepoint.

Secondo Forcepoint, i rischi generati dagli aggregatori di dati, dai sistemi di criptovaluta e dai ransomware possono essere superati solo con un approccio Human-Centric basato sull’analisi comportamentale.

Nel corso della sessione di lavoro, Stefano Dima – Direttore Commerciale di Ecobyte Technology eFabrizio Monaco, Sales Engineer di Forcepoint, presenteranno questo nuovo approccio incentrato sull’individuo e i benefici che lo stesso può offrire alle imprese.

Al termine dei lavori, i partecipanti sono invitati alla cena gourmet di fine estate che si terrà presso il ristorante dell’hotel.

 

Agenda dell’evento

18:00 Registrazione e aperitivo di benvenuto

19:00 Apertura lavori (Stefano Dima – Direttore Commerciale Ecobyte Technology)

19:15 Approccio Human-Centric di Forcepoint alla Cyber Security e panoramica delle novità in ambito WEB/Mail, DLP e CASB (Fabrizio Monaco – Sales Engineer FORCEPOINT)

20:15 Chiusura lavori e cena offerta dagli organizzatori presso il ristorante del Grand Hotel

 

L’evento è su prenotazione.

Per prenotare:marketing.ecobyte@pa-group.com

Scarica programma

PA-GROUP VICINO ALLA RICERCA

Tutti uniti per una serata speciale, impreziosita da una finalità benefica. Si chiama “Canta per la ricerca” l’evento, organizzato da Ennergi Reserach.

Udine, 27 luglio 2018 – Tutti uniti per una serata speciale, impreziosita da una finalità benefica. Si chiama “Canta per la ricerca” l’evento, organizzato da Ennergi Reserach in programma il prossimo venerdì 27 luglio dalle 20 al Giangio Garden di viale Vat a Udine, che mira a raccogliere fondi per combattere il cancro ed è sostenuto da diversi sponsor privati, tra i quali PA Group di Udine. L’azienda friulana, leader nel settore ICT in ambito Business Solutions, Security IT, Networking e System Integration, ha deciso di contribuire «perché ci sentiamo vicini a coloro toccati da questa patologia e anche ai ricercatori che, tra mille difficoltà, cercano di scoprire una strada per prevenire, debellare e curare questo genere di malattie», commentano dal “quartier generale” di PA Group.

“Canta per la ricerca” è un concerto con ingresso gratuito, durante il quale i quindici cantanti impegnati proporranno due brani a testa e i fondi raccolti durante l’appuntamento aiuteranno la scienza.

Per unire l’aspetto scientifico a quello più umano, cioè quello delle sensazioni che il paziente oncologico vive durante il suo percorso di malattia, PA Group ha incoraggiato la presenza all’evento anche di “Quelle dei Bigliettini Gialli”, un gruppo di donne che si sono incontrate in seguito alla malattia oncologica e che hanno saputo trasformare l’esperienza drammatica che le accomunava, in azioni generose e in favore di chi soffre, con l’idea di valorizzare il potere di un semplice pensiero positivo per infondere forza e donare un sorriso a chi ne ha bisogno. “I Bigliettini Gialli contagiano di positività i momenti grigi e la condivisione aiuta fondamentalmente a sentirsi meno soli”, questo è il pensiero portato avanti dal gruppo di queste giovani donne.

Nel corso della serata sarà possibile effettuare donazioni volontarie e, con un contributo minimo di dieci euro, gli interessati riceveranno in cambio una speciale maglietta. Non soltanto. Saranno anche distribuiti biglietti della lotteria, acquistabili al costo di due euro ciascuno, che premieranno i vincitori con una cena per due persone, alcune sedute gratuite di igiene dentale, visite senologiche senza costi, delle ore gratis con una personal trainer e, infine, alcune magliette celebrative dell’evento, stampate per l’occasione in edizione limitata. Infine, ad assicurare un tocco in più all’appuntamento, ci sarà una cucina che sfornerà varie prelibatezze.

Il ricavato della serata – derivante da donazioni, lotteria e sponsorizzazioni – sarà utilizzato per uno o più progetti relativi alla ricerca di nuovi target terapeutici per il tumore al seno. Al momento, infatti, la giovane ricercatrice Serena Bertozzi e la sua squadra stanno lavorando su alcuni fattori di trascrizione che si trovano all’interno del nucleo delle cellule del carcinoma mammario e sembrerebbero influenzare in maniera significativa la risposta ad alcuni farmaci chemioterapici. Intenderebbero, in seguito, fare alcuni studi anche sulle cellule del carcinoma mammario nell’uomo.

Tanti dunque i buoni motivi per trascorrere un venerdì sera diverso dal solito e partecipare a “Canta per la ricerca”.

Scarica il comunicato stampa

PA GROUP CON IN.I.T. AL CEBIT 2018

PA Group presente al CEBIT, con IN.I.T., l’azienda del Gruppo specializzata nella consulenza e nei servizi di Information Technology con spiccate competenze nella comunicazione e collaborazione (VoIp, Video/Webconferenza,…), nella security e nei servizi cloud per il settore Enterprise e i Service Provider.

PA Group presente al CEBIT, con IN.I.T., l’azienda del Gruppo specializzata nella consulenza e nei servizi di Information Technology con spiccate competenze nella comunicazione e collaborazione (VoIpVideo/Webconferenza,…), nella security e nei servizi cloud per il settore Enterprise e i Service Provider.

Il CEBIT è l’evento internazionale più importante dedicato all’ICT. “Aver partecipato con Huawei su questo palcoscenico con un contributo che mostra i successi dei nostri progetti realizzati con la tecnologia del colosso Cinese” afferma Donadio, Chief Technology Officer BU Telco, IT & Networking di In.I.T., “rafforza la convinzione che questa partnership è ormai solida e costruttiva, e mostra come gli obbiettivi si raggiungono con più soddisfazione quando vendor e partner lavorano insieme, superando -insieme- ogni difficoltà e ottenendo insieme il successo meritato: non puoi battere le mani con una mano sola!

Guarda qui il video dello speech del nostro CTO Francesco Donadio.

IL 1° GIUGNO TAGLIO DEL NASTRO PER ONE INASSET CENTER: RECUPERATO UN EDIFICIO DELL’EXPO 2015

Pasian di Prato (Udine), 1 giugno 2018- Un nuovo, avveniristico quartier generale. Che non soltanto pensa all’utilizzo di spazi consoni per un’importante realtà aziendale, ma guarda anche all’ambiente e alle fonti alternative di energia.

Un nuovo, avveniristico quartier generale. Che non soltanto pensa all’utilizzo di spazi consoni per un’importante realtà aziendale, ma guarda anche all’ambiente e alle fonti alternative di energia. Tutto questo è One InAsset Center, la sede che l’impresa friulana, tra i maggiori operatori di telecomunicazioni d’Italia e del Nordest, si appresta a inaugurare.

 

Oggi, a Pasian di Prato, il taglio ufficiale del nuovo complesso di elementi tecnologici tra i più avanzati. Al suo interno, troveranno spazio i nuovi uffici tecnici, amministrativi e commerciali di InAsset e del Gruppo PA, il polo aggregante di riferimento per il settore dei provider di Servizi IT, del quale anche InAsset fa parte.

 

La nuova sede strizza l’occhio all’ambiente. Visto che i Datacenter (quello di InAsset è stato appena re-certificato da Uptime Institute come uno dei più sicuri e affidabili al mondo) sono strutture che consumano grandi quantità di energie, l’impresa friulana ha sempre privilegiato le tecnologie che consentono di utilizzare le fonti rinnovabili. Fin dal 2010 ha realizzato i due impianti di free cooling che recuperano l’aria fresca esterna allo scopo di raffreddare i server, e già da otto anni si è munita di impianto fotovoltaico da 150 kWh, che entro il 2018 salirà a 250 kWh di potenza. «Abbiamo utilizzato questo approccio – svela Roberto Cella, amministratore delegato e fondatore di InAsset – anche per il progetto del nuovo One InAsset Center, andando a recuperare una palazzina interamente in legno e vetro realizzata per l’Expo di Milano del 2015. Se non l’avessimo “riscoperta” noi, probabilmente sarebbe rimasta inutilizzata». Il progetto del nuovo complesso ha comportato un ingente sforzo: gli incaricati hanno dovuto smontare la struttura, pulire i materiali e poi rimontare l’edificio, «ma oltre a ottenere, come risultato finale, una struttura bella, moderna e ad altissimo risparmio energetico – evidenzia ancora Cella -, è fonte di grande orgoglio, perché ha permesso di riciclare migliaia di metri cubi di legno evitando il taglio di altri alberi».

Nel progetto definitivo sono previsti la sala congressi, le meeting room, un ristorante, un hotel, un asilo e anche una palestra per i propri collaboratori. È già stata pianificata, infatti, la realizzazione di un secondo lotto, che prevede a regime, ben 12 mila metri quadri dotati di strumenti, mezzi e sistemi di comunicazione multimediali per fornire anche ai propri clienti un servizio di livello sempre più esclusivo e innovativo.

 

One InAsset Center è stato pensato da Roberto Cella come un abilitatore tecnologico, facilitatore di informatizzazione per le imprese che devono stare al passo con i mutamenti della tecnologia, ma che spesso non possono investire in attrezzature e architetture di rete sofisticate. InAsset, contestualmente all’apertura del suo nuovo centro, ha realizzato una struttura di uffici dedicata ai clienti che possano utilizzarla nel caso in cui la propria sede sia stata resa indisponibile a causa di un evento grave (quali, per esempio, incendi o calamità naturali). In questa maniera, i clienti di InAsset potranno usufruire di un servizio di Disaster Recovery sia per la parte dei sistemi informativi, ma anche con la possibilità di far lavorare i propri dipendenti, garantendo così la continuità operativa aziendale anche in caso di eventi sfortunati.

 

Il Polo tecnologico sarà collegato in fibra ottica direttamente con il Datacenter (altra eccellenza di InAsset, premiata a livello internazionale), e le aziende che vorranno utilizzare il palinsesto dei servizi proposti avranno a disposizione un collegamento a Internet con una banda di 1 Gbps utilizzando gli altri Datacenter del gruppo (Bergamo, Milano, Bologna, Padova e Roma) come se fossero in rete locale. «Questo – conclude Cella, senza nascondere il proprio orgoglio – è il brillante risultato che InAsset ha ottenuto realizzando concretamente quello che poteva sembrare semplicemente una visione utopica, dimostrando così il suo consolidamento infrastrutturale non soltanto nel Triveneto, ma anche a livello nazionale».

INAUGURAZIONE NUOVA SEDE ROMANA PER PA GROUP

Il più grande marchio mondiale dell’automotive, ripone nelle capacità di innovazione di PA Group e nelle mani di un crescente gruppo di progetto, l’ambiziosa sfida di supportare la Digital Transformation di tutte le Country d’Europa.

Grazie alle nuove sfide che ci vedono sempre più partner di Toyota, PA Group continua ad investire per essere sempre più vicino ad un Cliente con cui da oltre 3 anni sta lavorando insieme grazie alle capacità di analizzare, disegnare ed innovare il business di un mercato complesso come quello dell’automotive.

Iniziata come una sfida, quasi una scommessa, dopo il successo riscosso in Italia e con la sperimentazione in Germania, il più grande marchio mondiale dell’automotive, ripone nelle capacità di innovazione di PA Group e nelle mani di un crescente gruppo di progetto, l’ambiziosa sfida di supportare la Digital Transformation di tutte le Country d’Europa.

“L’approccio Agile adottato in questo progetto è molto più flessibile rispetto al Project Management tradizionale e prevede la formazione di piccoli team di UX consulting, design e sviluppo che si confrontano costantemente con il Cliente, il quale, “step by step”, percepisce di essere fortemente coinvolto in ogni fase dei lavori. Questo permette uno sviluppo interattivo col Cliente, nel quale la creatività del team viene esaltata generando anche una maggiore produttività ed una riduzione generalizzata dei costi; i continui test e la capacità di adattamento del team all’evolversi del progetto, aumentano inoltre le potenzialità della qualità del prodotto finale” dichiara Enrico Lorenzini, Enterprise Architect – Development Program Manager di PA Group e Chief Product Owner del progetto Toyota lato supplier, che continua dicendo che “Gli ambiti di applicazione della metodologia Agile sono i più vari e PA Group, forte dell’ormai consolidata esperienza nel progetto Toyota, guarda ora avanti per confermare anche in altri mercati la sua capacità di trasformazione del business ancor prima del puro supporto tecnologico, adottando metodologia AGILE ed introducendo DevOPS e Continuous Delivery come nuovi standard per guidare la transizione da tecnologia basata su Prodotto a quella su Servizio”.

Nello spirito Agile, PA Group vanta già 14 sedi in Italia e altre 4 all’estero (Belgio, Francia, Marocco e USA): “La seconda sede Romana ci darà, con la sua centralità,” conclude Lorenzini “la possibilità di essere facilmente raggiungibili e di poter a nostra volta facilmente raggiungere i nostri clienti anche nelle loro sedi in altre zone d’Italia o d’Europa”.

PA GROUP FESTEGGIA 20 ANNI DI ATTIVITÀ!

PA Group celebra i primi 20 anni di attività: due decenni di innovazione, crescita e grandi successi.

PA Group celebra i primi 20 anni di attività: due decenni di innovazione, crescita e grandi successi suggellati dall’importante investimento fatto da FVS e RiverRock, recentemente entrati nella compagine sociale del Gruppo, fondato il 13 gennaio 1998 da Ennio Baracetti e Maria Corrini.

Sulla torta, insieme a 20 candeline, una forte volontà di crescere ancora: “Vogliamo ampliare ulteriormente le opportunità di business, rafforzando il nostro portafoglio prodotti e mettendo a segno altre importanti acquisizioni”, affermano Baracetti e Corrini. Siamo certi di raggiungere nuovi ambiziosi traguardi, grazie all’incontro con importanti partner finanziari quali RiverRock e FVS e grazie al formidabile lavoro di squadra di tutto il nostro team”.

Con più di 700 Professionisti, 53 MIL/€ di fatturato, 15 sedi nel mondo e più di 3000 clienti, PA Group è pronta alle sfide dei prossimi 20 anni!

CIRCOSCRIZIONE 4.0: K-DIGITALE CON CISCO E COMUNE DI PERUGIA PER LA DIGITALIZZAZIONE DEL CAPOLUOGO UMBRO

È avvenuto il 13 dicembre scorso il “taglio del nastro” ufficiale per il progetto Circoscrizione 4.0, realizzato da Cisco e dal Comune di Perugia nel quadro del protocollo di intesa siglato un anno fa per creare nuove opportunità e servizi digitali nella città.

È avvenuto il 13 dicembre scorso il “taglio del nastro” ufficiale per il progetto Circoscrizione 4.0, realizzato da Cisco e dal Comune di Perugia nel quadro del protocollo di intesa siglato un anno fa per creare nuove opportunità e servizi digitali nella città.
Con Circoscrizione 4.0 i cittadini possono accedere da remoto ai principali servizi comunali, utilizzando le più moderne tecnologie digitali. La prima postazione è stata inaugurata oggi nel quartiere di Ponte Felcino, presso la sede della circoscrizione.
Lo spazio è stato rinnovato e trasformato, per permettere agli abitanti del quartiere, ai commercianti e alle imprese di prenotare appuntamenti con gli operatori comunali che lavorano nelle sedi di Palazzo Grossi, Palazzo dei Priori e Monteluce, ed occuparsi a distanza delle proprie pratiche e richieste.
La sede è dotata di una postazione ad alto tasso di tecnologia, realizzata utilizzando soluzioni di telepresenza e di collaborazione online Cisco che permettono al cittadino di dialogare direttamente con l’addetto allo sportello in modo naturale e semplice. Ci si può vedere su due schermi da 55 pollici ad alta definizione, si possono condividere documenti e scambiarli utilizzando uno scanner.
Le applicazioni che permettono il perfetto funzionamento di Circoscrizione 4.0 e lo rendono un servizio comodo e semplice da usare per i cittadini sono state realizzate ad hoc dalla startup perugina K-Digitale per Cisco. È possibile prenotare e gestire gli appuntamenti da web tramite PC o smartphone o utilizzando un totem interattivo che si trova negli uffici della circoscrizione.
Tutto procede in automatico. Gli operatori comunali “dall’altra parte dello schermo” ricevono i dettagli dell’appuntamento direttamente sul loro PC e all’ora giusta si connettono in telepresenza con la sede circoscrizionale, utilizzando una postazione video “da scrivania”.  Tutto è molto semplice anche per loro, perché per soddisfare le esigenze del cittadino si servono dei consueti programmi e strumenti di lavoro.
Perugia è la prima città in Italia ad offrire un servizio di questo tipo ai cittadini. Se questo è possibile, è anche perché la città sta sviluppando sul suo territorio una infrastruttura di rete in banda ultralarga molto potente, che permette di offrire in modo efficace e con continuità servizi smart city come questi e di poterli ampliare senza difficoltà.
«Quanto abbiamo inaugurato oggi, grazie alla collaborazione con Cisco e K-Digitale, –ha detto ilSindaco di Perugia Andrea Romizi in occasione della presentazione della prima Circoscrizione 4.0– non solo è un nuovo tassello dellambizioso progettoBenvenuti nella PerugiaUltraDigitale, ma dimostra in maniera tangibile l’utilizzo e i vantaggi che porta la commistione tra la nuova infrastruttura hard, lultradigitale, e i contenuti software specifici. Abbiamo voluto –ha concluso Romizi– cominciare proprio con unopportunità concreta che facilita il rapporto tra i cittadini, le imprese ed il Comune. Siamo orgogliosi di essere la prima città a poter proporre questo tipo di servizio, con un protagonismo tutto nuovo per Perugia, capace di sperimentare e di essere pioniera, proiettata al futuro.».
«Quando abbiamo firmato il protocollo di intesa con il Comune di Perugia, abbiamo scelto come primo obiettivo da raggiungere la realizzazione di qualcosa di visibile e concreto, che permettesse alle persone di sperimentare le opportunità del digitale nelle nostre città e aiutasse il Comune a rendere ancora più efficiente la sua “macchina”, a partire da una relazione con i cittadini più semplice e snella»ha commentato l’Amministratore Delegato di Cisco Italia, Agostino Santoni, presente oggi al taglio del nastro della sede di Ponte Felcino- «Lavorando in un’ottica di collaborazione con il Comune e in un percorso di co-innovazione con K-Digitale abbiamo creato qualcosa di unico in ItaliaSiamo molto orgogliosi del progetto Circoscrizione 4.0, perché traduce in pratica gli obiettivi del nostro piano di investimenti Digitaliani, nato per accelerare la digitalizzazione del Paese partendo dalle ricchezze, dalle risorse e dalle esigenze dei territori e di chi li abita».  
Il nostro ruolo -ha spiegato Massimiliano Sterpinetti, Amministratore Delegato di K-Digitale– è stato quello di tradurre la tecnologia Cisco in un linguaggio per il cittadino e le imprese, facilitando il loro dialogo con il Comune. E’ un progetto importante di cui siamo parte che è stato fondamentale anche per noi come opportunità di accrescimento della nostra start up.”
La Circoscrizione 4.0 sarà attiva ufficialmente dal 30 gennaio 2018.  Per iniziare, sarà disponibile l’accesso a distanza ai servizi di edilizia e di anagrafe, attualmente erogati in centro e scelti anche per la loro intensità di lavoro e per la loro priorità nelle esigenze dei cittadini e delle imprese; ma si potrà anche “accedere” al Sindaco, perché anche la Sala Gialla di Palazzo Priori, sede principale del Comune, è attrezzata con un sistema di teleconferenza Cisco da tavolo con cui il Primo Cittadino può dare appuntamento a distanza ai cittadini.
Nella realizzazione del progetto si è data la massima attenzione alla semplicità d’uso del servizio e alla sua accessibilità per tutti i cittadini, compresi quelli con disabilità. Sia la parte digitale del servizio, sia la sede e gli arredi usati per allestire la Circoscrizione 4.0 hanno caratteristiche inclusive, prestandosi ad esempio alle esigenze di persone ipovedenti o con disabilità motorie.
Nelle intenzioni del Comune, il servizio Circoscrizione 4.0 dopo questa prima sperimentazione – partita in uno dei quartieri più distanti dal centro – potrà estendersi anche alle altre sedi circoscrizionali periferiche ed arricchirsi via via di servizi.  Inoltre c’è l’obiettivo di studiare, con questo stesso tipo di tecnologie, soluzioni per offrire continuità didattica da remoto agli studenti, in caso di particolari situazioni di emergenza o che impediscano di recarsi a scuola.
Il Comune sempre più business friendly, -ha confermato l’Assessore allo Sviluppo Economico e Marketing Territoriale Michele Fioroni– amico delle imprese e dei cittadini. Ponte Felcino, infatti, rappresenta un punto di partenza, per sperimentare il servizio e migliorarlo, al fine di offrire soluzione sempre più adeguate a cittadini e imprese. La tecnologia e la fibra ci hanno permesso di fare tutto questo.”
Circoscrizione 4.0 è un progetto che fa parte del protocollo di intesa firmato da Cisco e dal Comune di Perugia il 12 dicembre 2016, nel quadro di Digitaliani, il piano di investimenti con cui Cisco ha messo a disposizione 100 milioni di dollari nell’arco del triennio 2016-18 per accelerare la digitalizzazione del nostro Paese.
Alla conferenza stampa di questa mattina hanno partecipato anche Fabio Florio, Country Digitization Acceleration Leader di Cisco Italia e Gabriele De Micheli, dirigente Servizi Tecnologici, Open Data e Energia del Comune di Perugia.